L’America e i matrimoni gay. In viaggio per scoprire come cambia il Paese

La prima volta che Will Portman ha capito di non doversi più vergognare di se stesso è stato nel febbraio di due anni fa. Studente del primo anno a Yale, Will in quei mesi aveva una paura terribile di fare coming out e rivelare a genitori e amici la propria omosessualità. Convinto però che fosse l’unica soluzione possibile si fece coraggio, scrisse loro una lettera e in quella stessa sera di febbraio la spedì per posta prioritaria. Ricevuta la lettera i genitori gli telefonarono immediatamente. Erano sorpresi e lo riempirono di domande, ma lo sostennero con convinzione.

Due anni più tardi suo padre Rob, senatore repubblicano dell’Ohio, è divenuto il primo repubblicano a sostenere ufficialmente i matrimoni fra persone dello stesso sesso. “Voglio che mio figlio Will possa sposarsi come tutti”, ha spiegato a metà marzo, annunciando una svolta importante per un parlamentare repubblicano.

Negli ultimi anni in America le cose hanno cominciato a cambiare molto rapidamente, e trasversalmente. Barack Obama è stato il primo presidente ad aver dichiarato il proprio sostegno ai matrimoni gay, così come ha fatto il suo vice Joe Biden. Nel frattempo gli stati che li hanno legalizzati sono diventati dodici – con Rhode Island, Delaware e Minnesota che hanno votato favorevolmente nelle ultime settimane – mentre a fine giugno la Corte Suprema si esprimerà per la prima volta sui matrimoni fra persone dello stesso sesso.

In attesa di questa sentenza storica ho deciso di rimettermi in viaggio, finanziato dalla generosità dei miei lettori, per raccontare come l’America sta andando incontro a un cambiamento epocale. Stato dopo Stato, persona dopo persona, divano dopo divano, attraverserò gli Stati Uniti in autobus e couchsurfing, provando a descrivere dubbi, umori e aspettative di questo momento storico.

Non sono un esperto di diritti gay, ma trascinato da curiosità ed entusiasmo scriverò tutto quello che vedrò e sentirò in queste settimane. Gli incontri e i racconti saranno ogni giorno su questo blog, che fra pochi giorni andrà incontro a grandi cambiamenti!

Advertisements

2 Comments

Filed under viaggio

2 responses to “L’America e i matrimoni gay. In viaggio per scoprire come cambia il Paese

  1. Flavio

    La tua curiosità ed il tuo entusiasmo arrivano al lettore, e susciti a chi legge la stessa curiosità ed entusiasmo con i tuoi racconti!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s