L’omosessualità in America: un reportage “on the road”

E dopo dodici mesi eccomi di nuovo qua, a chiedere l’aiuto di amici e lettori.

Grazie a voi ho inseguito per tutto il paese i candidati repubblicani alla presidenza degli Stati Uniti.

Ora tornerò a percorrere le grandi highway americane e le piccole strade polverose di provincia, ma questa volta per raccontarvi i club gay di New York e le riserve indiane del Northwest. Andrò a messa nelle piccole chiese battiste del Kansas che lottano contro l’omosessualità, a cena con le coppie gay di San Francisco e di Fargo, in North Dakota, e mi unirò alla folla di sostenitori che si ritroverà sulle scale della Corte Suprema, a Washington, ad attendere una sentenza storica.

Negli Stati Uniti è un momento decisivo per i diritti gay. A fine giugno i nove giudici della Corte Suprema si esprimeranno per la prima volta sui matrimoni omosessuali. Il presidente Barack Obama il suo vice Joe Biden hanno espresso il proprio sostegno ai matrimoni fra persone dello stesso sesso. Lo stesso hanno fatto due senatori repubblicani del Midwest, facendo registrare una svolta fondamentale nel partito conservatore.

Sono piccoli segnali che dimostrano come nel paese stia cambiando la percezione dell’omosessualità. Io riprenderò quindi il mio viaggio per respirare questa trasformazione.

Come si stanno adeguando gli americani?

Proverò a raccontarlo su questo blog, saltando nuovamente di divano in divano grazie al couchsurfing e viaggiando in pullman e autostop attraverso gli Stati Uniti.

Per farlo avrò però ancora bisogno del vostro aiuto e soprattutto della vostra generosità: donate quanto volete, per aiutarmi nelle spese di viaggio. I soldi saranno utilizzati per biglietti di treni e autobus, e magari per offrire una birra a chi generosamente mi ospiterà qualche notte sul proprio divano.

Ogni piccolo contributo sarà fondamentale per portare a termine questo reportage e scrivere il mio nuovo libro. Io posso solo promettervi che non ve ne pentirete.

Per contribuire cliccate qua!

Advertisements

Leave a comment

Filed under viaggio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s