Hollande a New York

In un piccolo bar irlandese a un blocco da Washington Square Park, il parco su cui si affaccia la New York University, si sono radunati ieri i sostenitori di François Hollande, il neoeletto presidente francese. Il bar si chiama Murphy & Gonzalez, si trova al 21 di Waverly Place, ai margini del Greenwich Village, ed è irlandese probabilmente solo per metà, a giudicare dal nome. Dentro però sembrava di essere in Francia. Con un paio di amici ci siamo addentrati a bere una birra e respirare l’aria della Bastille, ma a differenza di Parigi, dove la giornata sembrava eccitante, a New York i festeggiamenti mi sono sembrati piuttosto sobri. Centocinquanta persone brindavano mentre i più anziani, seduti ai tavolini, mangiavano qualosa. Tutti gli sguardi erano rivolti alle televisioni appese ai muri, dove dominava il volto sorridente da funzionario di Hollande e da cui pendevano i cartelli con la scritta rossa e blu “Le changement c’est maintenant, François Hollande 2012”. Il brusio dei commenti in francese sovrastava le voci della televisione, ma cessava di colpo quando sullo schermo apparivano di volta in volta Yannick Noah, applauditissimo, Nicolas Sarkozy, accolto dagli ululati, e Marine Le Pen, a cui sono stati rivolti sonori booo all’americana. “Get out of here”, gli ha urlato un uomo da dietro di me. Quando Hollande è salito sul palco per il suo primo discorso da presidente è stato accolto da un boato, qualche canto e poi un silenzio surreale. Mentre parlava si sentivano solo le urla in sottofondo che arrivavano da Parigi. Le finestre del bar erano aperte e affolate da persone che dalla strada cercavano di seguire il discorso. Poi, all’improvviso, un urlo ha sovrastato le ultime parole di Hollande. Più che di gioia ho avuto però l’impressione che fosse un grido di liberazione.

E’ stata una festa sobria. Cinque anni fa però ero a Parigi con gli Sponk Studios. Era finita così.

Advertisements

1 Comment

Filed under new york

One response to “Hollande a New York

  1. Giuliana

    Ricordo bene quel giorno. Noi “mamme” eravamo un po’ in ansia!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s